Con "classroom" il CFP ha comunicato agli allievi i cambiamenti introdotti a seguito del nuovo DPCM

Seguendo le prescrizioni contenute nel DPCM del 3 novembre 2020, il CFP del Lodigiano ha rimodulato in questi giorni la frequenza alle lezioni per gli studenti iscritti regolarmente ai corsi dell'anno formativo 2020-21.


L'informazione alle famiglie è stata comunicata attraverso lo strumento elettronico della "classroom", con cui sono state indicate a ciascun allievo le modifiche che la scuola ha messo in campo per ottemperare al DPCM.

In particolare, vengono chiarite le modalità di frequenza - in presenza oppure a distanza - e l'arco temporale previsto, oltre alle eventuali note tecniche relative al corso frequentato. Le novità variano a seconda della sede in cui si svolge il corso e l'attività didattica è stata personalizzazta per ogni classe, in alcuni casi anche per il singolo alunno.


"Nell'adattare la nostra organizzazione alle norme contenute nel DPCM - afferma il Direttore Andrea Meazza - abbiamo prestato attenzione alle esigenze degli studenti, mettendo in campo ogni sforzo possibile per ridurre al minimo l'inevitabile disagio e consentendo a tutti lo prosecuzione delle lezioni".


Leggi qui il nuovo DPCM del 3 novembre 2020


Lodi, 6 novembre 2020